fbpx
Ultime Notizie
Archivio
3 min

Data Protection Officer: Caratteristiche e funzioni del DPO

Il DPO è un consulente con competenze tecniche e legali che ha il compito di affiancare il titolare o il responsabile del trattamento dei dati nella gestione della Privacy.

Con l’entrata in vigore del Regolamento Europeo per la protezione dei dati (GDPR) è nata la figura del DPO (Data Protection Officer) o Responsabile per la protezione dei dati. Questa figura professionale funge da tramite tra il Garante per la Privacy e le aziende, pubbliche o private. Il DPO ha il compito di informare, consigliare e monitorare che il trattamento dei dati all’interno di un’organizzazione sia svolto correttamente e in conformità con il GDPR. 

Le principali mansioni attribuite al DPO consistono nell’informare il titolare o responsabile del trattamento e i dipendenti sugli obblighi in materia di Privacy, definiti dal GDPR e da altre disposizioni nazionali ed Europee. In secondo luogo, deve controllare che le normative vengano rispettate. Il Responsabile per la protezione dei dati è chiamato inoltre a cooperare con l’Autorità su tutte le questioni relative al trattamento ed effettuare, dove necessario, consultazioni su qualunque altra questione.

La scelta del DPO è libera, tuttavia esistono dei casi in cui diventa obbligatoria. Questo avviene quando il trattamento dei dati è effettuato da un’autorità o da un organismo pubblico (ad eccezione delle Autorità giurisdizionali), quando il titolare o il responsabile del trattamento svolge un’attività che richiede il controllo regolare e sistematico degli interessati su larga scala e quando il titolare o il responsabile del trattamento svolge delle attività che comportano il trattamento su larga scala di categorie particolari di dati personali (per esempio etnia, salute e orientamento sessuale) o dati relativi a condanne penali o a reati.

Il DPO viene nominato dal titolare del trattamento dei dati. Il candidato può essere un dipendente come un consulente esterno. La figura del DPO deve necessariamente conoscere approfonditamente le normative e gli iter procedurali in materia di Privacy e le norme e le procedure amministrative proprie del settore di riferimento. Deve essere in grado di offrire un’attività consulenziale professionale atta a verificare, progettare e mantenere un sistema di complesse misure anche in ambito di sicurezza, in grado di tutelare e gestire in maniera sicura i dati personali. Il DPO dovrà essere messo in condizione di poter usufruire di tutte le risorse necessarie a svolgere il lavoro per cui è stato nominato, agendo in maniera autonoma e indipendente, rapportandosi direttamente con i vertici dell’azienda.