fbpx
Ultime Notizie
Archivio
4 min

Gestione del rischio: cos’è la Vulnerability Assessment?

L’identificazione e la valutazione delle vulnerabilità è fondamentale per prevenire i rischi, soprattutto in un momento in cui il crimine informatico è al suo massimo storico.

La gestione dei rischi in azienda passa attraverso l’identificazione e la valutazione delle vulnerabilità. È questa una delle principali attività di Risk Management che ha un nome ben definito: Vulnerability Assessment. Questo processo non ha un inizio e una fine, ma dev’essere continuativo nel tempo, con l’obiettivo di monitorare costantemente il livello di sicurezza in azienda. In particolare, alla luce di un aumento esponenziale del crimine informatico, che nell’ultimo anno è diventato il primo spauracchio per le imprese.

Da recenti indagini infatti, è emerso che gli attacchi informatici sono il rischio maggiormente percepito dalle aziende a livello globale. Il cyber crime ha superato addirittura la business interruption, ovvero l’interruzione delle attività produttive, dovuta ad esempio ad incendi, esplosioni o catastrofi naturali. Secondo l’Allianza Risk Barometer 2020, sette anni fa la preoccupazione per gli attacchi hacker occupava soltanto il quindicesimo posto nella classifica delle diverse tipologie di pericoli.

Dunque, considerato che viviamo nell’era della digitalizzazione, è necessario per le imprese pianificare adeguatamente una strategia efficace di prevenzione e gestione del rischio. Questo processo prende piede dall’individuazione e catalogazione delle minacce, grazie a test regolari e continui. Attraverso la Vulnerability Assessment è possibile classificare i pericoli per grado di incisività e di conseguenza studiare le migliori soluzioni per ridurre i rischi. Si comincia con un inventario delle risorse IT (hardware e software) presenti in azienda, per proseguire identificando le vulnerabilità per ogni dispositivo/programma ed attribuirne un punteggio in base al grado di pericolosità. Infine, si procede ad innalzare la soglia di sicurezza aziendale con investimenti mirati, stabilendo le priorità in base all’analisi effettuata precedentemente.

Ridurre le probabilità di un attacco hacker e nell’eventualità saper comportarsi di conseguenza è fondamentale per garantire la continuità operativa in azienda e scongiurare gravi perdite economiche. Un piano di Risk Management fatto a regola d’arte consente alla lunga un notevole vantaggio competitivo sulle concorrenti. Inoltre, riduce drasticamente il pericolo d’ingenti danni di natura economica, finanziaria, al patrimonio intellettuale e all’immagine aziendale.